venerdì 15 maggio 2009

Governo e rigoverno





Dello straordinario Comune di Capannori, uno dei comuni virtuosi d'Italia, pioniere della raccolta porta a porta, ho già parlato in un altro post.
Oggi ho scoperto invece una strepitosa iniziativa della "Sinistra per Capannori": una lotteria che mette in palio servizi invece che oggetti. La lotteria serve per raccogliere i fondi ma anche per divulgare l'idea della banca del tempo, dello scambio senza circolazione di denaro e senza produzione di rifiuti. I premi consistono infatti in piccole prestazioni che i candidati di questa lista (che già è straordinaria per essere riuscita a mettere insieme tutti quelli a sinistra del PD) si offrono di fornire ai vincitori. Li accenno soltanto invitandovi a leggerli sul volantino perché vale la pena:
  • lavaggio di piatti e stoviglie a cura dell'assessore regionale Baronti,
  • lezione di tutto l'immaginabile e oltre (di judo, di fotoritocco, di tedesco, di rilegatura di libri, di torte dolci e salate, di pasta fatta in casa, di scacchi, di ballo liscio, caraibico, latino-americano, di agricoltura biodinamica)
  • volo in parapendio biposto offerto da un istruttore,
  • possibilità di conversazioni in inglese con anglofoni,
  • suggerimenti su come si scrive una tesi di laurea a cura di un docente dell'università,
  • visite al cane e al gatto offerte da una veterinaria,
  • ripetizioni di matematica e fisica,
  • lettura di favole arabe,
  • partita di tennis campo compreso,
  • lavoretti tipo falciatura d'erba, babysitter, riparazioni edili, elettriche, ecc.
E' prevista persino una serata aperitivo per scambio premi tra i vincitori.
Ma cosa c'è di speciale a Capannori? Io quasi quasi mi ci trasferisco.

(Dedicato alla mia amica S.)

7 commenti:

  1. Se in palio ci fossero conversazioni in tedesco con germanofoni, parteciperei anch'io ;-)

    RispondiElimina
  2. Probabilmente il governo a Capannori non mette il tavor nell acqua!!

    RispondiElimina
  3. incredibile davvero. e che fantasia!

    RispondiElimina
  4. Con la certa qual diffidenza che mi contraddistingue, oso allungare l'ombra della "trovata" elettoralistica. Devo però dire che, molto probabilmente, ci sara' anche una parte di "trovata" ed una parte di reale ed onesta volontà di trovare vie nuove.
    Qualche sera fa ho avuto un incontro con la nostra sindachessa in cerca di riconferma. Quando ci ha finito di esporre il programma elettorale, ho scherzato dicendo: "...mi ricorda Moretti ed il suo -D'Alema...! Di' qualcosa di sinistra...-". Per sintetizzarlo: energie alternative, agricoltura, turismo, cultura, sociale e socialità. Non una parola su "sicurezza", individuando altre "emergenze". Mi viene quasi da dire che essere "di sinistra" oramai significa fare una buona amministrazione...
    Comunque... A volte ho l'impressione che la "società civile" sia più "indietro" di molte amministrazioni comunali, di cui possiamo dire peste e corna, fanno cose che a me non piacciono (un altro parcheggio a Vaiano!?), hanno lentezze e false partenze e scendono a compromessi, ma alla fine rimango dell'opinione che se i cittadini non collaborano qualsiasi ottima idea, qualsiasi bella idea di qualsiasi giunta rimane irrealizzabile. Purtroppo credo che le migliori iniziative (cultura ad es.... cultura intesa sopratutto come condivisione di idee e sapere, progettazione ed innovazione) sia pagante elettoralmente molto poco: la strada ben asfaltata si vede subito, una iniziativa ad es. culturale farà sentire benefici effetti magari fra qualche anno.
    L'idea di Capannori mi sembra ottima sopratutto per l'esempio concreto, tangibile che cerca di dare, il senso di un coinvolgimento "personale".
    Comunque a Capannori ci voglio passa' a fare 'na guardatina... Ci passo spesso, ma credo di non essermici mai fermato...

    RispondiElimina
  5. ...comunque...:
    geniale... :-)

    RispondiElimina
  6. Certo che è una trovata elettoralistica, Giam. Però a Capannori hanno già messo in pratica diverse cose concrete su questa linea e di cui sono famosi ormai a livello nazionale. Ne ho già accennato nel post sui comuni virtuosi. E nota che è un comune confinante con altri nei quali la destra vince da anni, come mi racconta la mia amica che vi abita.

    RispondiElimina
  7. a volte la fantasia e un pizzico di buona volontà fanno miracoli. Molto carino!

    RispondiElimina