mercoledì 3 ottobre 2007

Davide contro Golia

In primavera pubblicai la notizia di un'iniziativa di Altreconomia, a cui sono abbonata con la quale si auspicava una regolamentazione alla pubblicità delle acque minerali. Il tema della difesa dall'acqua dagli interessi del mercato è uno di quelli che mi stanno più a cuore. Soprattutto non mi va giù il fatto che le multinazionali delle acque minerali facciano tanti soldi vendendo un prodotto che, nella maggior parte dei casi, è peggiore di quello che scorre dal rubinetto ed per di più contribuendo in maniera notevole ad aumentare i rifiuti (altro tema a me caro). La pressione pubblicitaria è talmente forte che a chiedere in un ristorante una brocca d'acqua del rubinetto si è guardati come marziani se non peggio.
Ho appreso in questi giorni che la Ferrarelle (129 milioni di euro di fatturato e 834 milioni di litri imbottigliati nel 2006) ha diffidato Altreconomia a continuare la campagna perchè può "ledere la sua reputazione commerciale". Altreconomia, che è una piccola rivista mensile edita da un gruppo di associazioni no profit) ha deciso di continuare e ne spiega qui i motivi. Appunto Davide contro Golia.
Vi segnalo inoltre il sito dove trovate tutte le informazioni sulla campagna, compresa l'iniziativa "Imbrocchiamola", nata a Firenze, che promuove un censimento dei ristoratori che danno (o si rifiutano di dare) l'acqua del rubinetto. Vi consiglio di leggere le assurde motivazioni con le quali certi ristoratori si rifiutano di darla.

6 commenti:

  1. Grazie Artemisia, le tue informazioni sono sempre quanto mai preziose. Ciao Giulia

    RispondiElimina
  2. Grande Arte! Te pensa che a noi, quest'estate in Irlanda, quando chiedevamo l'acqua ci chiedevano se la volevamo in brocca o minerale!!
    Comunque alla fine ci siamo decisi anche noi: ho comprato la Brita con i filtrini e adesso si beve SOLO acqua di rubinetto.
    E' anche buona...

    RispondiElimina
  3. Qui nell'appartamentino universitario triestino beviamo acqua di rubinetto. E' buona, peccato che si sente molto il cloro. Comunque è anche un bel risparmio, almeno finchè non si scoprirà, magari, che la falda era inquinata da chissà quale tossico di nuova generazione. L'ottimismo è il profumo della vita...

    @accakappa: cos'è la Brita coi filtrini? Posso comprarla anch'io?

    RispondiElimina
  4. E ovviamente sappiamo già chi dei due vincerà... :-) Fabio

    RispondiElimina
  5. donnanonmoderna3 ottobre 2007 19:12

    Ho firmato, in certe città l'acqua di rubinetto è migliore di quella in bottiglia, una volta mio fratello ha trovato uno scarafaggio dentro la bottiglia di una notissima marca di acqua...è difficile difendersi dal potere dei soldi ma dobbiamo sempre provarci...ciaooooo....Carmela

    RispondiElimina